My Little Heil

Adoro l’odore di delorazepam al mattino. Una delle poche cose nelle trincee umane che renda l’aria respirabile e commestibile. Il conforto e’ importante, per chi si occupa di corpi da concentramento. Essi sono fatti di ossa e pelle, angoscie redivive che vagano nei reparti. Sanno di un’altra fame, difficilmente comprensibile all’occhio umano ingrigito dallo sferragliamento di reale sui propri sensi, ormai binari e paralleli. Sensi che non si incontrano mai.

Esisteva un’età nella quale mi credevo. Credevo a queste salme e fantasmi mentre li scortavo fuori dai carceri bianchi, galere soffici dai cuscini di porcellana. Ora, mentre guardo gambe incapaci di sostenere il peso del cuore, ho le mani colme di ferro, fruste inflessibili senza sguardo. Manco di pietà mentre scorto carichi di carne e sangue al macero, mentre li benidico nel nome del dolore.

Acqua spoglia da qualsiasi santità, sporcata dall’haldol e altre terribili misure. a mali estremi non ci sono rimedi.

Per noi che accompagnamo le anime nello stige verso altro da ciò che li ha fatti ammalare, non c’è pensiero.

E mentre il mondo cerca di progredire tentiamo passi avanti in questa marcia funebre.

Questo è un Olocausto senza innocenti, un carnaio di colpe, assenze, interessi, sospetti… Anche chi sanguina è colpevole. Non ci sono più vittime e carnefici, i confini tra le cose, come tra gli umani, sono finiti.

Un giorno processeranno le persone per come si riducono, e verremo condannati per lo schifo che ci siamo fatti. Per l’orrore a cui abbiamo preso parte. La propria vita è pur sempre vita. A me daranno l’ergastolo, dovrò rimanere dentro il mio corpo finché non morirà.

 

Annunci

Un pensiero su “My Little Heil

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...